medicina salute

Una malattia rara e poco conosciuta: la narcolessia

Che cos’è la narcolessia?

La narcolessia appartiene alle malattie rare, ed è una malattia neurologica che si manifesta con attacchi di sonno diurno irresistibile.

La sonnolenza durante il giorno è spesso accompagnata da sonno notturno disturbato, frammentato, incubi e allucinazioni.

Le crisi narcolettiche si presentano con un bisogno di dormire al quale non si può resistere. Questo avviene sia nei momenti di inattività, come ad esempio dopo il pranzo o quando ci si annoia, ma le crisi possono presentarsi anche in momenti di vita normale, come per esempio durante una conversazione interessante, durante il pasto o in momenti di divertimento o quando si è concentrati nel lavoro. 

Gli attacchi di sonno improvviso durante il giorno possono essere preceduti da sonnolenza.

Come si diagnostica la narcolessia?

La narcolessia viene diagnosticata solo nei centri specializzati di medicina del sonno. L’esame che riesce a diagnosticarla si chiama polisonnografia 

Il sonno del paziente durante questo esame viene costantemente monitorato, sia di giorno sia di notte, grazie a degli elettrodi che registrano le varie fasi del sonno. La narcolessia fa sì che la fase REM avvenga subito dopo l’addormentamento, cosa che normalmente nel paziente sano non succede.

Anche la velocità di addormentamento durante il giorno è un parametro che serve agli specialisti a diagnosticare la malattia.

Si può curare?

Purtroppo la narcolessia è una malattia cronica e non è curabile. Esistono terapie farmacologica che aiutano a controllarla. I rischi di questa malattia si presentano solo nel caso in cui non sapendo di esserne affetti ci si può trovare in situazioni che mettano a rischio la propria salute e quella degli altri, come nel caso in cui si verificano attacchi di sonno quando si è alla guida. Chi ne è affetto, dunque, deve programmare e organizzare la propria attività lavorativa in modo da poter fare dei sonnellini durante il giorno, specialmente dopo i pasti. La dieta deve essere inoltre leggera durante il giorno, per evitare ulteriori motivi di sonnolenza.