servizi

L’impronta della mano: ricordo d’infanzia

Avere un figlio è una delle più grandi gioie che si possano provare nella vita di ogni persona. Scegliere di diventare genitori è un passo davvero importantissimo e che regala tantissimi momenti di pura felicità ai nuovi mamma e papà.

Come tutti sappiamo naturalmente la presenza di una nuova persona nella propria vita è un evento che comporta anche tantissime responsabilità, ma non c’è gioia più grande che vedere il proprio bambino e potergli stringere la mano durante la sua crescita.

Vedere crescere i propri figli è sicuramente motivo di grande orgoglio, ma una parte del cuore di ogni genitore non smetterà mai di vedere il proprio figlio, anche una vota diventato grande, come quel bambino che una volta era.

Si tratta di un ricordo tanto felice quanto nostalgico e qualche volta, in determinati momenti, alle mamme e ai papà potrebbe mancare il fatto di abbracciare e stringere forte quel bambino che ormai è un adulto.

Proprio per questo motivo nasce l’idea di Manina, un’associazione che si occupa di produrre impronte mani bambini. Ma in che modo?

Molto spesso i bambini durante i loro primi anni di vita capita che a scuola o all’asilo facciano dei lavoretti da portare poi ai loro genitori e fra questi magari a qualcuno sarà capitato di fare dei lavori con l’argilla.

Per esempio l’impronta della propria manina. Tuttavia l’argilla negli anni si rovina e potrebbe facilmente rompersi, andando così a perdere per sempre quel prezioso ricordo.

Così è nata l’idea di Manina, che permette di prendere il calco della mano del proprio bambino, in maniera assolutamente indolore, e crearne una replica con un materiale davvero resistente e al cento per cento atossico.

Il risultato sarà un ricordo destinato a durare nel tempo della manina del proprio bambino, così che i genitori possano tornare a stringerla anche una volta che quel bambino sarà diventato un adulto.